#InstaGROm

, ,

Che cosa è InstaGROm?

GRO sta per Galleria Ricci Oddi, qui stratta tra il rimando al linguaggio veloce dei social e la “m” di movies.

L’avvio del progetto vede infatti la nascita di 15 videoclip della durata di poco più di un minuto dedicati ad alcune delle opere più rappresentative della Galleria d’Arte Moderna Ricci Oddi.

Destinati alla diffusione online (Canale Youtube @galleriariccioddi) e alla condivisione sui canali social, i video sono prodotti in versione italiana e inglese e saranno consultabili anche durante la visita in Galleria, inquadrando un QR code collocato in prossimità dell’opera.

 

A cura di Roberto Dassoni e Laura Bonfanti. 

Sponsor: Comune di Piacenza e Caffè Musetti.

Il mezzo busto di Giuseppe Ricci Oddi torna nella sua collocazione espositiva originaria

,

Il mezzo busto in bronzo di Giuseppe Ricci Oddi, opera dell’artista piacentino Luciano Richetti, commissionato dopo la morte del donatore e realizzato nel 1938, è tornato nella sua collocazione espositiva originaria: all’interno della nicchia antracite dell’imponente Salone d’Onore della Galleria, restaurato negli ultimi anni.

La scultura, dal forte carattere iconico in relazione alla collezione piacentina, è caratterizzata da “modellazione mossa, morbida, pastosa; plasticismo e pittoricismo si amalgamano facilmente in un compromesso che non è frutto di sforzo ma di istintiva adesione al soggetto, al di là di ogni formula, senza altra preoccupazione che di cogliere un’istantanea di carattere in cui si riveli la personalità del soggetto” (Ferdinando Arisi, 1988).

In foto: il custode responsabile, Leonardo Caronia, protagonista delle ultime fasi di riposizionamento della statua. A supervisionare le operazioni di spostamento: la direttrice Lucia Pini affiancata dal restauratore incaricato, Giuseppe De Paolis.