‘Una carbonaia sull’Appennino’ e ‘La tosatura delle pecore’: presentazione di dipinti inediti di Stefano Bruzzi

,

Domenica 3 giugno alle ore 11 presso la Galleria Ricci Oddi si svolgerà l’incontro dal titolo “Una carbonaia sull’Appennino”: protagonisti, due dipinti inediti di Stefano Bruzzi, aventi medesimo soggetto, sicuramente riferibili al 1865 circa, appartenenti a collezioni private. L’incontro, a cura di Leonardo Bragalini, si svolgerà nella Sala XIII, dedicata al pittore piacentino, e sarà ad ingresso libero.
La presentazione delle due opere sarà l’occasione per un incontro dedicato al grande pittore piacentino e alla definizione del suo ruolo tra i maestri del realismo italiano del diciannovesimo secolo.
L’opera di Stefano Bruzzi, soprattutto quella riferibile alla prima e importante fase della sua attività pittorica (1860-1880), mostra uno specifico interesse per brani di vita e di lavoro sulle montagne dell’Appennino piacentino. In questo scorcio di anni Bruzzi realizza un vero e proprio reportage delle attività lavorative, degli usi e delle tradizioni del suo tempo e dei luoghi prossimi alla sua abitazione di Roncolo di Groppallo in Val Nure. Col suo pennello egli coglie le fatiche quotidiane con lo sguardo attento del cronista, unito al talento dell’artista, senza edulcorazioni o sentimentalismi. La fatica immane del “Passo difficile” della Galleria Ricci Oddi, lo sforzo delle bestie ne “I primi a far la rotta” della Galleria Nazionale di Roma, il formidabile “Spaccalegna” nella neve e i “Segantini”, uomini e bestie accomunati nel lavoro sono documenti di un mondo ormai scomparso.
Sempre nel solco della documentazione della vita e del lavoro sul nostro Appennino, attiene “La tosatura delle pecore” (foto qui sotto), opera del 1885, recentemente riemersa in Germania, che sarà anch’essa presentata durante l’incontro di domenica 3 giugno.

“Sulle tracce del Pordenone”
Pittori friulani della Collezione Ricci Oddi

, ,

In occasione della Salita al Pordenone la Galleria Ricci Oddi propone, in sala XXII, una selezione di opere di artisti friulani tra Ottocento e Novecento: un confronto a distanza, un dialogo, capace di costruire un omaggio inedito al Pordenone.

Si tratta di opere che raccontano un’esperienza di confine svolta prevalentemente al di fuori della regione natale, specificando le radici di un territorio che trova nel forzato abbandono della propria terra una fertile crescita della singolare espressione artistica.

In rassegna, artisti quali Pietro Fragiacomo, Antonio Cargnel, Guido Zuccaro, Guido Marussig, Luciano Spazzali, Giuseppe Zigaina e Gustavo Foppiani.
Fino al 10 giugno 2018. 

#Domenicalmuseo, ingresso libero la prima domenica del mese

, ,

Ogni prima domenica del mese la Galleria Ricci Oddi è aperta al pubblico ad ingresso gratuito. Questa iniziativa fa parte del progetto ministeriale #DomenicalMuseo, che prevede la gratuità di tutti i musei e le aree archeologiche nella prima domenica del mese.

Volti dal secolo breve. Ritratti del Novecento dalla Ricci Oddi

,

Dal 24 ottobre 2017 al 30 giugno 2018

A Piacenza, presso lo Spazio espositivo della sede Confindustria (via IV novembre 132), quindici dipinti – non correntemente esposti nelle sale della Galleria – che coprono cronologicamente tutto il ‘900 e documentano progressi e mutamenti del genere “ritratto” nel corso, appunto, del cosiddetto “secolo breve”.
Ingresso libero.